A hidden treasure

Some years ago, while I was a member of the local council, an engineer coming from Rome told me that Olbia was an ugly town in a magnificent location. I wasn’t sure I was of the same mindset about this subject, because I’ve grown up here and it’s difficult for me to be so impartial. But in some way this sentence still lingers in my mind. And sometimes I think she was right. Then, some details that Olbia offers me, let me think that there’s more here than first meets the eye. But the truly ugly thing is that we aren’t enough aware of the beauty that surrounds us.

One real treasure we have is a very rare plant, flowering in the middle of our gulf. The gulf of Olbia is a narrow and deep bay, of that kind that geologists call rias, that offers very good shelter from bad weather. It’s scattered with islands and islets, with Mediterranean vegetation of shrubs and trees. On some of these islets there are the ruins of old buildings that highlight the state of abandon. The species that live here have had to adapt to salt water and drought and usually they don’t have colourful flowers. Limoniastrum monopetalum is an exception to this rule and at the beginning of the summer, the islets inside the gulf are coloured by its pink flowers.

Flowering Limoniastrum

Flowering Limoniastrum with Olbia on the background – Fioritura di Limoniastrum, Olbia sullo sfondo

Flowers of Limoniastrum

Limoniastrum flowers – Fiori di Limoniastrum

Ruins on the islets in the inner gulf

Old buildings ruins on the islets – Sulle isole si incontrano le rovine di vecchi edifici

In Sardinia this species can be found only in two other sites, near the mouth of Padrongianus river and on the Isola Piana. In the rest of the Italian Peninsula there are a few known locations.

All year long this plant isn’t so visible but if you look with attention along the town shoreline, you’ll find it, with its woody branches and its silver leaves. This silver colour is due to the salt that the plant excretes. The salt crystals create a coarse film that covers the leaves and this adaptation allows this species to grow in very salty environments.

The silver leaves of Limoniastrum

The leaves have a silver colour due to salt crystals the plant excretes  – Le foglie hanno un colore argentato, dovuto ai cristalli di sale che la pianta elimina 

The flowering season lasts only few days, and in Olbia I’m not sure lot of people notice this. But I faithfully wait for the days when our gulf becomes pink. And I think this is in some way an example of this strange relationship among this ugly town and the surrounding beauty. I think our awareness of this beauty is the real key to turning Olbia into a different town.

Flowers of Limoniastrum are pink

The flowering is amazing coloured – La fioritura è sorprendentemente colorata

Qualche anno fa, quando ero un assessore della giunta locale, un ingegnere che veniva da Roma, mi disse che Olbia era una brutta città nata in un bellissimo posto. Non ero sicura di essere d’accordo con lei su questo argomento, anche perchè essendo cresciuta qui, trovo difficile essere oggettiva. Ma, in qualche modo, questa frase continua a frullarmi per la testa. E qualche volta mi capita di pensare che avesse ragione. Poi, alcuni dettagli, alcune piccole cose nascoste che Olbia mi offre, mi portano a pensare che ci sia di più di quanto non si possa cogliere ad una prima occhiata. La vera brutta cosa, forse, è che non siamo abbastanza consapevoli della bellezza che ci circonda.

Un vero tesoro che abbiamo è una pianta molto rara, che fiorisce nel nostro golfo. Il golfo di Olbia è un’insenatura stretta e profonda, che i geologi classificano come rias e offre un buon riparo dal cattivo tempo. E’ disseminato di isole ed isolette, coperte di macchia mediterranea, con arbusti e alberi. Alcune di queste isole ospitano le rovine di vecchi edifici, che sembrano essere lì a rimarcare lo stato di abbandono dei luoghi. Le specie vegetali che vivono qui devono adattarsi alla marcata salinità e alla carenza d’acqua; di solito non sono caratterizzate da fioriture particolarmente evidenti o colorate. Limoniastrum monopetalum è un’eccezione a questa regola e all’inizio dell’estate, le isole del golfo sono colorate dal rosa dei suoi fiori.

In Sardegna questa specie è nota solo per altre due località, vicino alla bocca del fiume Padrongianus e sull’Isola Piana (Porto San Paolo). Nel resto d’Italia si conoscono poche altre stazioni. Durante l’anno questa pianta non è così evidente, ma cercandola attentamente la si può trovare lungo la linea di costa, anche all’interno della città. Ha un aspetto un po’ dimesso, con i rami legnosi e le foglie argentate. Il colore delle foglie è dovuto al sale che la pianta elimina. I cristalli di sale si depositano in una ruvida pellicola sulle foglie; questo è uno degli adattamenti che consente alla pianta di crescere anche in ambienti con acque molto salate.

La stagione della fioritura dura solo pochi giorni; ad Olbia, non sono sicura che molte persone la notino. Ma io aspetto fedelmente i giorni dell’anno in cui il golfo si colora di rosa. E penso che questo sia un buon esempio di questa strana relazione fra questo brutto paese e la bellezza che lo circonda. Penso che la nostra consapevolezza di questa bellezza sia la vera chiave per trasformare Olbia in una città diversa.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: